La Necropoli di Pianezze

Pianezze

Situata a circa tre chilometri a sud di Grotte di Castro, delimitata a est dalla strada che dal paese giunge al lago di Bolsena, la necropoli etrusca in località Pianezze si sviluppa lungo il costone tufaceo di una collina prospiciente il fosso denominato Fiume Largo. La necropoli rientra in un più ampio sistema cimiteriale che va riferito all'abitato etrusco che sorgeva, con ogni probabilità, sopra il colle denominato La Civita.
La necropoli Etrusca il località Pianezze, in uso tra i VII e il V secolo a.C., è caratterizzata dalla presenza di tombe a camera scavate nel costone tufaceo della collina. Lo schema planimetrico di riferimento prevede un lungo corridoio scoperto (o dromos), attraverso il quale si accede ad un primo vano di ingresso (o atrio) intorno al quale sono dislocate le camere secondarie di deposizione.
L'impianto generale sopradescritto è stato tuttavia modificato di volta in volta , o a causa delle condizioni geologiche incontrate dagli Etruschi in fase di escavazione (cattiva qualità del tufo, vene di pozzolana),o per cause riferibili alla committenza (possibilità economiche, esigenze e gusto personali). Nella necropoli di Pianezze, allo stato attuale delle ricerche, sono state individuate ventiquattro sepolture monumentali.


La Necropoli

Le tombe hanno un orientamento SE-NW, con evidente riferimento alle credenze religiose etrusche, secondo le quali il settore nord occidentale (compreso tra i punti cardinali in cui il sole tramonta e non passa) è da attribuire alle divinità del'oltretomba.

Complessivamente le tombe della necropoli di Pianezze mostrano un'evidente differenza tra l'esterno (dromos o piazzale di accesso), realizzato con cura, e l'interno, in cui il solo vano di accesso presenta - e non in tutti i casi - un'accurata esecuzione, in contrasto con la sommaria realizzazione delle camere secondarie. Tenendo in considerazione anche il pregio di alcuni materiali ceramici rinvenuti in questa necropoli, le tombe vanno attribuite a famiglie dalle buone possibilità economiche; è verosimile che l'area fosse stata originariamente suddivisa in lotti, individuabili dai corridoi all'aperto ben rifiniti, mentre lo scavo della parte interna della sepoltura avveniva dopo l'acquisizione del lotto.
Dal punto di vista funzionale, ogni tomba era destinata a ricevere il nucleo principale di una famiglia ed almeno la prima generazione successiva; non sono note differenze nella struttura delle sepolture maschili e femminili, che sono distinguibili soltanto attraverso gli oggetti di corredo, in particolare gli strumenti di lavoro (armi per gli uomini, fusi e pesi da telaio per le donne.


Informazioni

Museo Civita e Necropoli di Pianezze
Grotte di Castro (Viterbo)
Tel. 0763 796983
museocivicogrottedicastro@simulabo.it

Il Museo Archeologico Civita e la Necropoli di Pianezze di Grotte di Castro restano aperti secondo i seguenti orari:
• Periodo estivo (da aprile a settembre) da mercoledì a domenica ore 10:30 - 13:00 / 15:30 - 18:00.
• Periodo invernale (da ottobre a marzo) venerdì ore 10:30 - 13:00; sabato 10:30 - 13:00 / 15:00 - 17:00; domenica 10:30 - 13:00. Tutti gli altri giorni è possibile richiedere visite su prenotazione per i gruppi.

È previsto un prolungamento degli orari di apertura nei giorni di Pasqua, Pasquetta, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno e 15 agosto.

Il Museo e la Necropoli rimangono chiusi nei giorni di Natale, Capodanno ed Epifania.

Costo del biglietto
Intero (Museo + Necropoli) € 4,00
Ridotto (Museo + Necropoli) € 2,00

Ingresso gratuito per gli accompagnatori di gite turistiche, per i docenti che accompagnano gite scolastiche, per i minori di 6 anni accompagnati dai genitori e per le persone residenti a Grotte di Castro.